Tuesday, 9 October 2012

La cucina polacca / Kuchnia polska


W tym poście chciałam przybliżyć moim włoskim czytelnikom kuchnię polską, której z reguły nie znają albo którą kojarzą tylko z kiszoną kapustą… Wydaje mi się, że nie ma sensu tłumaczyć całego posta na polski, bo każdy Polak wie z czego składa się polski obiad… :)

Mam zamiar napisać też podobny post o kuchni włoskiej po polsku…

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Per ovvi motivi i miei post fanno spesso riferimento ai piatti tipici del mio paese. Ho pensato per questo che ai miei amici italiani potrebbe servire una breve descrizione della cucina polacca per farsi un'idea e per sfatare (o confermare) alcuni miti... In effetti quando sono in Italia mi sento un po' "l'ambasciatrice" :) della cucina polacca, invece quando vado in Polonia mi trovo spesso a dover rispondere alle domande sulla cucina italiana. Ho intenzione di scrivere successivamente un altro post sulla cucina italiana che magari servirà ai miei amici polacchi.  

Gli interni del ristorante "Wesele" (vuol dire "nozze") di Cracovia

La prima cosa che mi chiedono le persone appena vengono a sapere che sono polacca è: "Ma che cosa si mangia in Polonia?"... E dopo segue l'elenco: i crauti? le patate? la birra? :) Sì, sicuramente c'è un po' di verità in tutto questo. Per rispondere al solito spiego come è composto un classico pranzo polacco.

Il pranzo polacco 

Premetto che in Polonia non esiste l'antipasto, cioè lo troverete nei ristoranti, ma non in una tradizionale casa polacca. Il pranzo è composto dal primo, cioè una zuppa e il secondo con contorno. 

Le zuppe sono tantissime: di pomodoro, di cetrioli, minestra di verdure varie, di cavolfiore, di crauti, di funghi, di piselli, di fagioli e chi più ne ha più ne metta... e poi c'è il barszcz (di rape rosse) e il żurek (una base di farina di segale con la salsiccia, prima o poi poterò la ricetta) che sono più tradizionali e per questo si preparano per i pranzi speciali. Una cosa importante: non chiedete mai ad un polacco se vuole un filo d'olio nella minestra! Orrore! :) La base di tutte le zuppe è il brodo vegetale o di carne. Al solito le zuppe polacche sono più liquide rispetto al minestrone italiano che mi sembra a volte più un misto di verdure cotte ;), perché ha pochissima acqua. Infatti mi trovo bene a cucinare le zuppe per i miei amici o parenti italiani, perché loro preferiscono il denso e io il liquido :)

Zuppa di funghi servita nel pane e il "barszcz"

Il secondo si compone di tre elementi: carne o pesce, patate (che potrebbero essere sostituite con il riso o qualche altro cereale come grano saraceno, orzo o farro) e verdure cotte o crude (in Polonia le patate non sono verdure :) Non può esistere un secondo senza verdure, per questo io non riesco a mangiare p.es. il pollo con le patate se non c'è vicino almeno un po' d'insalata. Nei ristoranti servono a volte i contorni a parte, ma spesso si mette tutto in un piatto. La carne in Polonia è abbastanza lavorata, cioè non mettiamo mai sulla brace una bistecca non marinata in precedenza. Del resto, ho saputo ultimamente che la marinata non solo non fa seccare la carne, ma contrasta anche gli agenti cancerogeni che si formano durante la cottura alla brace. Come sempre le vecchie usanze hanno le loro ragioni...

Come secondo potreste trovare, quindi, vari arrosti spesso ripieni p.es. con la frutta secca e serviti con delle salse, la carne in umido, le cotolette impanate (tipo milanese), e polpette ecc. Il pesce nelle parti di montagna è naturalmente dell'acqua dolce come le carpe, le trote, il pesce gatto ecc. e al mare (Mar Baltico) potete trovare il merluzzo, il salmone, l'aringa, il rombo, la platessa, la sogliola ecc. Una specialità è il pesce affumicato che è uno spettacolo... :) Immaginatevi il salmone freso appena affumicato...

Misto di carne

La filosofia culinaria polacca

La cucina polacca si basa sugli accostamenti particolari degli ingredienti e la loro lavorazione, è una cucina più elaborata come quella francese, anche perché vi si trovano delle ispirazioni francesi. Infatti, come avrete notato, per preparare un normale pranzo polacco ci vuole parecchio lavoro: marina e cuoci la carne, pulisci e taglia le verdure per la zuppa, sbuccia e cuoci le patate, pulisci e taglia le verdure per il contorno... insomma, non è proprio ciò che si dice un pranzo "al volo". :) E questo è solo l'inizio, perché per le feste o pranzi di domenica al solito si preparano due tipi di carne e almeno due tipi di contorni. Oltre ai classici metodi di cottura dei cibi, si usa molto l'affumicatura di carne e di pesce e la fermentazione come nel caso di crauti, cetriolini in salamoia e varie basi per zuppe (barszcz e żurek). 

La pasta e la pizza in Polonia

Ci sono pochissimi piatti tradizionali con la pasta, di cui il più comune è łazanki (pasta con crauti e funghi). Se intendete assaggiare uno di questi piatti dovete prima riuscire a rimuovere dalla testa la concezione della pasta all'italiana... se ci riuscite :) Secondo me per riuscirci ci vuole qualche anno di esperienza con la cucina polacca :) Oltre a questo la pasta si mette spesso nelle zuppe e generalmente viene cotta a parte (non nella zuppa) e aggiunta già nel piatto. E' meno male di quello che sembra. :) Vi sconsiglio, invece, la pasta nei ristoranti "italiani", perché potreste trovarla poco saporita, poco al dente (per non dire scotta) o con troppo sugo... Certo, ci saranno delle eccezioni, ma io sono sempre dell'idea che è meglio mangiare il cibo locale. Nelle case polacche più moderne la pasta al pomodoro potrebbe essere cucinata quando c'è poco tempo (infatti i miei la preparano a volte il sabato), ma non sarà mai come la pasta in Italia semplicemente perché tutta la concezione della cucina è diversa.

La pizza... mio nonno (che mangia solo quello che mangiava da piccolo) quando ha visto la pizza per la prima volta, ha tolto tutto quello che c'era sulla pizza, l'ha messo sul pane e l'ha mangiato con una salsiccia :) In alcuni ristoranti potreste trovare la pizza abbastanza buona, ma dipende molto dai gusti personali (alta / bassa, morbida / croccante ecc.). Comunque quando viene preparata a casa ci mettiamo sopra di tutto. Se non è piena zeppa di cose, non siamo soddisfatti :) Il padre di una mia amica metteva il formaggio anche nel cornicione :) Io adoro la pizza napoletana, ma ogni tanto mangerei un bel pezzo di pizza alta due dita :)))...

Se c'è qualcosa che mi volete chiedere, qualcosa che vi ha incuriosito, scrivete!

4 comments:

  1. Ciao, piacere di conoscerti! Mi piace il tuo blog e trovo molto interssante questo post della cucina polacca... ora so che questa cucina mi piacerà quando un giorno decido di visitare la Polonia. Anch'io sono straniera, dalla Macedonia e ogni tanto posto qualche pietanza dal mio paese nativo. Passa da me se voi, sei benvenuta!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Emily! Benvenuta! Non mancherò di visitare il tuo blog! A presto!

      Delete
  2. Piękny ten wieniec i wszystko piekne. Pisz Zuza i pokazuj ogrody włoskie . Dla mnie:) ha,ha.
    Kążda ilosc zdjeć przyjmę!! Pa Kochana

    ReplyDelete
  3. Ciao cara, mi potresti spiegare come fare la zuppa zurek ? Ho difficoltà sopratutto con la base acida. Grazie

    ReplyDelete

Related Posts with Thumbnails